Sfaccettature d'oro

L'oro è un elemento chimico, il cui numero atomico è 79 ed è indicato sulla tavola periodica con il simbolo Au, termine che deriva dalla parola latina aurum. 
Il peso atomico di questo metallo è 197,285 ed è infatti uno degli elementi più pesanti esistenti in natura. Grazie alla sua particolare composizione chimica, l'oro è ritenuto un "metallo nobile", in quanto non può essere alterato se a contatto con l'ossigeno, l'umidità o altri agenti chimici. L'unica composizione in grado di sciogliere l'oro è l'acqua regia, formata da acido nitrico e acido cloridrico. A contatto con il mercurio invece l'oro si suddivide in una lega metallica, detta amalgama. Per via della sua particolare capacità di scomporre l'oro in amalgama, il mercurio veniva impiegato, in passato, nelle fasi di estrazione dell'oro. 
L'oro è un metallo malleabile e duttile e per questo motivo si presta per diverse applicazioni, ad esempio può essere lavorato e assottigliato fino ad assumere l'aspetto di una lamina sottile. 
Può essere legato ad altri metalli, come il rame, l'argento, il cobalto e l'alluminio e in base alla percentuale di concentrazione di questi altri metalli si determina il colore dell'oro, che può andare dal giallo, al rosa, al rosso, al giallo pallido. La quantità di oro presente in queste leghe è definita titolo ed è misura in millesimi, mentre il carato è il valore dell'oro che compone la lega. Un carato corrisponde esattamente a 41.6 grammi di oro. 

L'oro si trova soprattutto nelle rocce magmatiche e nei depositi alluvionali e in alcuni casi anche nel mare. In queste aree è possibile trovare l'oro sotto forma di granelli di varie misure, come le pepite, i grani e le pagliuzze. Tra tutti i frammenti di oro nativo, le pepite sono quelle che possono raggiungere delle dimensioni considerevoli. La più grande pepita rinvenuta in assoluto fu la Welcome Stranger, scoperta nel 1869 in Australia. La Welcome Stranger era una pepita di origine alluvionale e pesava all'incirca 70 kg. 
La crosta terrestre contiene circa 50 mila tonnellate di oro, mentre la concentrazione nell'acqua del mare è molto inferiore e per questo motivo, ancora oggi, l'estrazione in acqua non è molto praticata. 

I giacimenti principali prendono il nome di filoni o vene. Si tratta di giacimenti che sono soggetti all'erosione da parte degli agenti atmosferici, per cui l'oro viene direttamente trascinato a valle formando dei depositi alluvionali. In Italia, ci sono alcuni esempi di filoni lungo il fiume Elvo, Ticino, Orba e Orco. 
Un altro tipo di giacimenti invece si può trovare nei pressi delle rocce calcaree sedimentarie e delle scisti. In genere, l'oro si trova puro o associato con alcuni minerali, come il quarzo e i solfuri, come la pirite e la pirrotite.
I maggiori produttori di oro al mondo sono la Russia, la Cina, l'Australia e gli Stati Uniti. In passato, il primato spettava al Sud Africa, che oggi invece occupa il quinto posto. Nel 1899, la guerra boera scoppiata in Sud Africa tra boeri e britannici fu in parte dovuta al controllo dei giacimenti d'oro di questo territorio. Anche l'Italia conta alcuni importanti giacimenti d'oro, in provincia di Verbania con la miniera della Guia e in Valle d'Aosta, Toscana e Sardegna, sfruttate fino agli anni'60, attualmente sono chiuse. 

L'oro può essere impiegato come materiale di decorazione, se disponibile in polvere, altrimenti viene impiegato per produrre lingotti o gettoni d'oro. I lingotti possono essere versati o coniati: nel primo caso l'oro fuso viene colato direttamente nello stampo a parallelepipedo, nel secondo caso il lingotto viene ricavato tagliando dei pezzi di lingotto versato. Ogni lingotto contiene le informazioni relative al nome del fabbricatore, la sua massa, il grado di purezza dell'oro e il numero seriale del lingotto. Un altro termine con cui indicare il lingotto è verga, la cui etimologia indica proprio "pezzo di metallo di forma allungata". I gettoni d'oro consiste invece in pezzetti di oro riuniti in forma di moneta e viene spesso impiegato come premio per la partecipazione a dei programmi televisivi. Oltre ai gettoni, esistono anche tantissime nazioni che impiegano questo metallo per produrre le loro monete.

L'oro è impiegato anche in ambito medico ed elettronico. In medicina, si parla di oro colloidale, in quanto può essere ingerito dall'organismo umano. Questo particolare oro è in grado di curare gli stati degenerativi di una malattia ed è impiegato nella cura della tubercolosi, della sclerosi multipla, dei tumori e di altre patologie degenerative. L'oro colloidale infatti agisce come inibitorio ed è in grado di ridurre le dimensioni del tumore. Inoltre l'oro colloidale ha un potere antinfiammatorio e può essere assunto per la cura di reumatismi, artriti, borsite e tendiniti e in passato era usato anche come metodo per le ustioni, per problemi di digestione e altro. L'oro colloidale ha anche l'effetto di determinare gli stati d'umore dell'organismo e per questo motivo può essere impiegato come medicina antidepressiva. Oltre che come medicina, l'oro colloidale viene anche utilizzato per la produzione di attrezzatura medica, come i ponti odontoiatrici e altri strumenti chirurgici. 
In ambito elettronico, l'oro può essere utilizzato come conduttore di calore e di elettricità e viene impiegato per la fabbricazione di circuiti stampati, di contatti elettrici e di componenti hardware del computer o dei tablet.

  • Come riconoscere l'argento di qualità

    L’argento è un metallo prezioso di transizione dal caratteristico colore bianco lucido e dalle numerose applicazioni d'uso. Infatti è un ottimo conduttore di elettricità e di calore e si lavora facilmente in quanto molto duttile. Oltre a essere impiegato per realizzare gioielli e oggetti di argenteria (cornici, boccali, posate, samovar o soprammobili), è di base per la realizzazione dei circuiti interni dei vari dispositivi. Al tempo stesso bisogna tenere a mente che l'argento può essere ...

  • Brexit e investimento oro cosa succede?

    In questi giorni si parla molto della vittoria del referendum per l'uscita da parte dell'Inghilterra dall'Unione Europea, e già corrono voci di un secondo referendum per fare retromarcia, proviamo a evidenziare cosa accadrà nei prossimi mesi, se la situazione rimarrà invariata. L'estrema volatilità dei principali titoli di borsa registrata sui mercati dopo Brexit avrà, sia nel breve che nel medio e lungo periodo, due dirette conseguenze: 1. la prima sarà quella di determinare una corsa ...

  • Oro usato o da investimento?

    Prima di decidere se acquistare un oggetto d'oro o se conviene investire in oro fisico, è necessario capire la differenza tra oro e oro usato.In questa guida, quindi, saranno evidenziati i parametri fondamentali per una corretta valutazione dei propri monili, e quali servizi utilizzare per un acquisto veramente vantaggioso e sicuro.  In natura l'oro si presenta sotto forma di cristalli di diverse forme o in aggregati filiformi, pagliuzze e pepite.In questo caso si tratta di "oro non ...

  • Metalli preziosi e punzonatura

    punzonaturaNella lavorazione dei metalli, il termine punzonatura sta ad indicare la tecnica con la quale si imprime sull'oggetto il marchio identificativo del materiale stesso. Per i metalli preziosi, infatti, la legge italiana - ma anche le normative europee vigenti - impone l'obbligo di marchiare secondo codici prestabiliti in particolare sia l'oro che l'argento, così da rendere subito riconoscibile caratteristiche e purezza dei metalli venduti o acquistati. Secondo il Decreto Legislativo 251/99, i ...

  • Oro usato è possibile venderlo ma anche acquistarlo

    oro lavoratoMolti sono convinti che la moderna attività dei compro oro sia essenzialmente legata ai servizi di acquisto di oro usato, e quindi utilizzata sopratutto da chi intende disfarsi dei propri oggetti preziosi, per ottenere il massimo guadagno possibile.Invece, sia mediante i punti vendita tradizionali che attraverso i siti on line di riferimento, gli operatori professionali in oro, nel tempo, si sono strutturati sempre più e sempre meglio, offrendo, alla propria clientela, anche la possibilità ...

  • Le differenti lavorazioni dei metalli preziosi

    lavorazioni orafeLe lavorazioni orafe sono tutte quelle fasi che portano alla nascita di un gioiello: dalla progettazione del design alla prototipazione, dalla fusione alla rifinitura e infine alla lucidatura.La lavorazione, in particolare dell’oro, uno dei metalli che fu utilizzato per primo grazie alle doti di malleabilità e di indistruttibilità, sono più o meno rimaste le stesse nel corso del tempo: i gioielli sono infatti ottenuti dalla fusione del metallo e realizzati attraverso svariate tecniche ...

  • Argento metallo prezioso

    argento metallo preziosoE' splendente, luminoso e prezioso. E' un compagno "di valore" della storia dell'uomo ormai da 5.000 anni e nonostante il tempo che passa resta protagonista amato e apprezzato delle nostre vite, in molteplici forme. E' l'argento, metallo nobile, principe dei metalli preziosi, con una storia affascinante quasi quanto la sua natura chimica.Furono i Sumeri i primi ad accorgersi delle potenzialità di questo metallo, adottandolo non solo a scopo di lavorazione, ma introducendolo come "materiale ...

  • I metalli preziosi, dall'estrazione al gioiello

    lavorazione metalli preziosiI gioielli sono bellissimi oggetti che adornano collo, braccia e dita. Ne esistono di svariati tipi e forme e sono creati per soddisfare le esigenze e le preferenze di chiunque voglia avvalersi di questa forma di lusso estetico. Non tutti però riflettono sulle loro origini e sono davvero in pochi a conoscere le modalità di estrazione e lavorazione della pietra che porta alla nascita di tali orpelli.Un gioiello è prima di ogni altra cosa un metallo. I gioielli vanno annoverati nella sfera dei ...

  • Oro etico, cos'è?

    Negli ultimi periodi, uno degli argomenti più discussi è stato il cosiddetto oro etico. Spesso, infatti, questo termine è stato citato dai media, ma non tutti conoscono esattamente il suo significato e il motivo per il quale si tratta di un argomento tanto discusso. Per oro etico, nello specifico, si intende l'oro estratto con tecniche non invasive, vale a dire senza l'utilizzo di metodi che possano essere considerati nocivi sia per l'ambiente che per le comunità situate nelle vicinanze dei ...

  • Oro puro: quali sono le caratteristiche?

    In natura possiamo trovare l'oro puro o in leghe con altre sostanze, non necessariamente altri metalli.L'oro è uno dei metalli più preziosi. Deve la sua fama, oltre che il valore che ancora oggi gli viene riconosciuto, alle caratteristiche e proprietà organolettiche che ne fanno un elemento assolutamente ineguagliabile.L'estrazione dell'oro comporta un notevole dispendio, ma ne bastano 2 - 3 grammi per giustificare gli investimenti. E' inoltre da considerare che l'oro può essere trovato un ...

OroElite

Copyright OroElite Srl
P. IVA 10892621003
No. REA RM-1262094
Capitale Sociale: € 133.334,00

Web Agency Molecole

Dove siamo
© Compro Oro Roma - OroElite - Massima Valutazione Oro Usato